#unamicatrailibri Rubriche

Librerie per viaggiatori in Italia: quali sono e quali libri di viaggio consigliano

Scritto da Silvia

Le librerie di viaggio più belle e interessanti d’Italia. Undici indirizzi in cui trovare le migliori librerie per viaggiatori e i consigli di lettura degli esperti.

Le librerie di viaggio sono forse i miei luoghi preferiti al mondo. Spazi fisici in cui prendono forma i sogni di chi, come me, ha il cuore diviso a metà tra viaggi e libri. Quando sono in viaggio cerco sempre di entrare nelle biblioteche e nelle librerie più caratteristiche, quando sono a casa leggo libri ambientati in destinazioni che amo o che desidero visitare. E anche qui sul blog cerco spesso di darvi qualche consiglio di lettura.

Quello che vi propongo oggi è un viaggio virtuale tra le migliori librerie per viaggiatori d’Italia, ognuna con una propria peculiarietà ma tutte accomunate da una meravigliosa passione. Undici indirizzi che attraversano la nostra penisola e in cui è possibile trovare mappe, carte geografiche, mappamondi, letteratura di viaggio e molto altro. Ma non è finita qui. Per scrivere questo articolo ho chiesto aiuto anche ai proprietari delle librerie, che ringrazio di cuore per avermi voluto indicare un libro da consigliarvi. Dopotutto, chi meglio di loro, viaggiatori e lettori appassionati, poteva suggerire un titolo per farci viaggiare tra le pagine? Un articolo nato quindi per farvi scoprire dei piccoli angoli di paradiso è diventato al tempo stesso un prezioso raccoglitore di libri di viaggio che non possono mancare nelle nostre librerie. Io ho già provveduto a comprare quelli che non avevo ancora letto!

Librerie di viaggio: quali sono, dove si trovano e quali libri di viaggio consigliano

1. Il Giramondo. La libreria per chi viaggia – Torino

Fondata nel 1984 da Gianni e Daniela, la libreria Il Giramondo è stata forse la prima in Italia a dedicarsi esclusivamente ai viaggi e ancora oggi è un punto di riferimento nel settore. Specializzata in carte geografiche e stradali, propone anche bellissime carte murali e planisferi, guide turistiche, atlanti, mappamondi, letteratura di viaggio e accessori per il viaggio, dagli zaini alle tende da campeggio, dalle amache alle borracce. Il luogo perfetto per organizzare un viaggio dall’inizio alla fine e non solo sulla carta.

librerie di viaggio in Italia - librerie per viaggiatori
photo credits: ilgiramondo.it

“Grandi Viaggi” Edt/Lonely Planet, 2012, Autori Vari. L’opera ci porta sulle tracce di antichi esploratori come i Vichinghi, Ibn Battuta, Marco Polo, Cook, Vasco de Gama, Alessandro Magno e altri meno conosciuti ma altrettanto avventurosi, come Franklin e il suo Passaggio a Nord-Ovest. Un capitolo è dedicato ai viaggi letterari: chi non ha letto Il Giro del Mondo in Ottanta Giorni? Ebbene, c’è chi lo ha realizzato davvero e di recente, perché la caratteristica di questo libro è proprio riportare alla realtà, con tanto di consigli di viaggio, imprese di esploratori e conquistatori, ma anche qualcosa di fantastico presente solo nella mente di straordinari Autori.

2. Geocart. Libreria per viaggiare – Torino

Sempre a Torino si trova Geocart, fondata nel 1987 da Salvatore Grande, appassionato di geografia e di viaggi. È una delle librerie di viaggio più fornite in Italia, con oltre 12.000 titoli esposti con estrema precisione. Meritano una menzione particolare anche i molti mappamondi, da quelli classici ai luminosi, da quelli gonfiabili agli storici.

3. VEL. La libreria del viaggiatore – Sondrio

La Libreria del Viaggiatore ha aperto i battenti più di trent’anni fa, in pieno centro a Sondrio. È specializzata in mappe e guide turistiche, presenti anche in lingua inglese, fancese e tedesca. Un ampio spazio è dedicato infine a titoli sulla montagna e sulla natura, dall’alpinismo al trekking, dagli itinerari in bici a quelli in mountain bike.

  • Indirizzo: Via Vittorio Veneto 9, Sondrio
  • Sito web: www.vel.it

Vagabonding. L’arte di girare il mondo”, perché affronta il viaggio non più come una meta, ma come una filosofia di vita. Quindi viaggiare non diventa solo un moto perpetuo ma una passione che permette anche di imparare qualcosa di nuovo stando fermi, in una piazza, in mezzo alla foresta, in piedi in un mercato, oppure seduti in un bar… Non importa dove ma esserci!

4. Gulliver Travel Books – Verona

Un’altra meravigliosa libreria di viaggio che non può mancare in questo articolo è Gulliver, la storica libreria di Verona. Un piccolo paradiso in cui trovare un’ampia scelta di letteratura di viaggio, guide e carte di ogni parte del mondo e splendidi mappamondi creati da un abile artigiano inglese. Molto interessanti sono le sezioni dedicate alla montagna, all’escursionismo e al mare. Inoltre, la libreria è anche in grado di fornire volumi rari e rarissimi, i cosiddetti introvabilia. Il punto migliore da cui ammirare ogni cosa? Sicuramente il piccolo e caratteristico soppalco in legno.

Invece di suggerire uno dei tanti libri ai quali tengo (nasco lettore prima ancora che libraio), consiglierei “Raccontare il viaggio” di Andrea Bocconi e Guido Bosticco edito dal TCI. Un manuale secondo me imprescindibile. In tempi di google maps, di tariffe aeree alla portata di tutti, di droni e di documentari di altissima qualità, quello che rende un libro “di viaggio” valido non è più la destinazione o la modalità per raggiungerla bensì la qualità della scrittura. Questo manuale nasce dall’esperienza degli autori (Andrea ha scritto tra i tanti un piccolo evergreen “Viaggiare e non partire” e Guido insegna scrittura all’Università di Pavia) che sono tra le colonne della “Scuola del Viaggio” con la quale collaboriamo da anni;  leggerlo non aiuta necessariamente a diventare dei “piccoli Chatwin” ma è secondo me un piccolo grande aiuto a chi, comprensibilmente, desidera registrare i propri ricordi di viaggio.

5. Libreria Pangea – Padova

Per ovvi motivi, questa è la libreria di viaggio che frequento più spesso. Nel cuore del centro storico di Padova, vicinissima al Duomo, è un’istituzione dal 1996. Al suo interno sono presenti quattro settori: viaggio, cartografia, montagna e nautica, ognuno dei quali ospita, tra le altre cose, guide turistiche, atlanti, libri fotografici e titoli di letteratura di viaggio. Nel corso degli anni la proposta si è ampliata e ora si possono trovate libri dedicati alla natura e al paesaggio, ai sapori e alle cucine del mondo, ai viaggi a piedi o in bici. Non manca inoltre lo spazio per la narrativa di autori locali che raccontano i propri luoghi. Infine, nella saletta sottostante la libreria, si tengono spesso incontri con autori, presentazioni di libri e di viaggi, esposizioni di fotografia e di illustrazione, in quello che Giandomenico ha reso un ambiente sempre più dinamico ed interessante.

libreria di viaggio - le migliori libreria per viaggiatori in Italia
photo credits: Libreria Pangea

“Beresina – In sidecar con Napoleone” di Sylvain Tesson, Sellerio, 2016. Sylvain Tesson, instancabile viaggiatore e grande scrittore che riesce a fondere la vita con la passione per la letteratura e la storia, nel dicembre del 2012 segue il cammino della ritirata di Russia di Napoleone a bordo di un sidecar Ural di fabbricazione sovietica, assieme a un geografo, un fotografo e due amici russi. 4000 chilometri in inverno, da Mosca attraverso le gelate pianure per immergersi nella storia, nella tragedia di un esercito vinto, leggendo le memorie del generale Caulaincourt ed esorcizzando gli orrori di quella tremenda agonia con l’aiuto della vodka. “Che cos’è un vero viaggio?”  “Una follia che ci ossessioni, che ci porti nel mito, insomma una deriva, un delirio traversato dalla Storia, dalla geografia, innaffiato di vodka, una sbandata alla maniera di Kerouac, qualcosa che a sera ci lasci senza fiato, in lacrime, in riva a un fosso. E con la febbre.”

6. Libreria Viaggeria – Trento

Una piccola e curatissima libreria, che gli stessi proprietari definiscono una “bottega di viaggio”. Aperta nel 1997, oltre a guide, atlanti, carte e accessori di viaggio, propone dizionari e frasari in varie lingue e una fornitissima sezione dedicata alla montagna, tanto da essere un punto di riferimento per gli amanti dell’escursionismo, dell’arrampicata e dello sci alpino.

7. Quo Vadis Libris – Pordenone

Mappe, guide turistiche, carte stradali e nautiche e l’immancabile letteratura di viaggio. La libreria friulana accoglie da tempo viaggiatori e lettori, con una particolare attenzione per gli amanti dei viaggi in bici, dell’escursionismo, dei grandi cammini e del mare.

8. Libreria Accursio – Bologna

Una libreria a conduzione familiare in cui trovare tutto ciò che può servire per iniziare ad organizzare un viaggio, dalle guide turistiche alle carte geografiche alla letteratura di viaggio. Interessanti le sezioni dedicate all’escursionismo, all’alpinismo, al trekking e alla montagna in generale, alle carte nautiche e al mare.

9. Diari di Bordo – Parma

Una piccola libreria indipendente che già in vetrina pone l’accento sulle sue caratteristiche: guide, letteratura e un po’ di poesia per viaggiare. Al suo interno sono infatti disponibili moltissimi titoli legati alla letteratura e ai reportage di viaggio, un’interessante selezione di poesie e fumetti e libri per i più piccoli, per far sognare i bambini che saranno i viaggiatori di domani.

photo credits: diaridibordo.jimbdofree.it

10. L’Orsa Minore. Libri & Mappe – Pisa

Aperta a fine 2011 nel cuore di Pisa, questa libreria di viaggio offre guide turistiche, mappe, mappamondi, accessori di viaggio e una vasta selezione di titoli di letteratura di viaggio, dai più noti a quelli più originali e su cui Nicolò è sempre pronto a consigliare i clienti.

11. Libreria on the road – Firenze

Una delle librerie più belle di Firenze, aperta nel 2013 da Martina, viaggiatrice ed ex-scenografa, e diventata in breve tempo famosa oltre i confini cittadini. Una libreria per viaggiatori dove tutto parla del viaggio, dai libri alla musica all’arredamento. Per non parlare dei dettagli, dalle adorabili valigie vintage ai mappamondi, dalle piccole mongolfiere colorate alla sedia a dondolo in cui ci si può sedere con un libro tra le mani. Uno spazio dove il tempo sembra fermarsi e da cui non si vorrebbe più uscire.

“Indian Creek” di Pete Fromm. È la storia di un giovane studente che alla fine degli anni ’70 accetta di trascorrere 7 mesi in totale isolamento nelle montagne rocciose, lavorando come guardiano responsabile di 2 milioni e mezzo di uova di salmone collocate in un canale tra due corsi d’acqua. Da metà ottobre a metà giugno, periodo in cui le temperature arrivano anche a -40 gradi e le strade rimangono isolate a causa delle neve, Pete vivrà con l’unica compagnia della sua canina, in una tenda di tela alla confluenza di due fiumi, il Selway e l’Indian Creek, nel bel mezzo del Parco Naturale del Selway Bitterroot. Dovrà imparare tutto, a cacciare, a mettere al riparo le provviste dal gelo e dagli animali, imparerà a sopravvivere al clima, alla wilderness, alla solitudine. Imparerà a superare i propri limiti e a confrontarsi con il significato profondo delle cose e con il rapporto tra civiltà e natura. E noi con lui. Un romanzo di formazione, autobiografico, dove la natura fa da protagonista assoluta, senza sentimentalismi. Un racconto epidermico che ti entra addosso come il freddo delle montagne rocciose e ti porta a riposizionare le cose della vita. Prezioso, soprattutto in questo anno così complesso.

Non posso terminare questo articolo senza citare altre tre librerie indipendenti, che per anni sono state un punto di riferimento per i viaggiatori delle loro città e non solo e che purtroppo hanno dovuto chiudere. Le voglio comunque ricordare per tutto ciò che hanno dato e per l’amore che hanno sempre saputo trasmettere sia verso i libri che verso il viaggio.

La prima è Luoghi&Libri, la famosa libreria di viaggio di Milano fondata negli anni Ottanta e che ha purtroppo chiuso per sempre a settembre 2016. La seconda è la Libreria Internazionale Transalpina di Trieste, che deve il suo nome all’antico ramo ferroviario che collegava Vienna a Trieste. Aperta nel 1994, ad inizio 2019 ha chiuso i battenti, per riapparire come catalogo online dopo circa un anno. E infine la Libreria del Viaggiatore, la storica libreria di viaggio di Via del Pellegrino a Roma, una delle più famose anche fuori dai confini nazionali. A fine 2019 anche lei si è dovuta arrendere alle aride logiche di mercato, mettendo (per ora) fine ad un’avventura iniziata nel 1991.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.