Europa Francia

Cosa vedere in Bretagna: il nostro itinerario on-the-road

Scritto da Silvia

Cosa vedere in Bretagna: itinerario alla scoperta della dolce Bretagna del Sud e della selvaggia Bretagna del Nord.

Qualche anno fa abbiamo visitato la Bretagna, una delle regioni francesi per me più affascinanti, ricca di storia e arte e dai paesaggi naturali sconfinati. Un itinerario on-the-road che fa parte di un viaggio tra i più belli che abbiamo fatto in Europa: due settimane tra la Francia centrale e quella settentrionale.

La Bretagna era un nostro sogno da tempo e ha ampiamente superato le aspettative. Una regione unica, dolce e aspra al tempo stesso, culla dell’impressionismo e terra di corsari, tra piccoli paesini dalla tradizione marinara, borghi medievali e spiagge selvagge battute dal vento. Il suo profilo muta chilometro dopo chilometro, diventando più rude mano a mano che ci si sposta a nord, mano a mano che le spiagge sabbiose come quelle della penisola di Quiberon lasciano spazio alla Costa di Granito Rosa e alla Costa di Smeraldo. Se la Bretagna del Sud parla apertamente di miti e leggende, dai megaliti di Carnac a Re Artù, la Bretagna del Nord si svela poco per volta costeggiando l’oceano, passeggiando tra vie lastricate e antiche fortificazioni mentre l’aria fredda accarezza la pelle. E lungo strada è impossibile non innamorarsi delle chaumières, le caratteristiche case in pietra, simili a cottage, con le persiane blu, il tetto di ardesia e le ortensie tutto intorno.

Cosa vedere in Bretagna: itinerario di visita da sud a nord

Cosa vedere in Bretagna: i monoliti di Carnac

La prima tappa di questo itinerario alla scoperta della Bretagna è Carnac, un piccolo comune in cui si trova uno dei più grandi allineamenti megalitici del mondo, composto da ben 3000 megaliti e dal menhir più vecchio mai rinvenuto. La storia narra che i megaliti siano soldati romani trasformati in pietra da papa San Cornelio e quale luogo migliore delle campagne bretoni per lasciarsi affascinare dalle antiche leggende? Passeggiate senza fretta tra i megaliti e, dopo la visita, approfittate del trenino turistico che vi permetterà di rivederli da un’altra prospettiva e di fare un veloce giro a Trinité-sur-Mer, una graziosissima cittadina tutta fiori e panchine vista mare.

cosa vedere in bretagna - itinerario on the road nella bretagna del sud - carnac

Cosa vedere in Bretagna: la penisola di Quiberon

Spostatevi ore di alcuni chilometri per raggiungere la penisola di Quiberon, una sosta classica di una prima visita in Bretagna. Lungo il tragitto si susseguono infiniti colori e profumi e molte splendide chaumiéres (le tipiche case bretoni) con i fiori sui davanzali.

La penisola di Quiberon racchiude le diverse anime della Bretagna: dune sabbiose e pini marittimi si contrappongono a tratti di costa rocciosa e selvaggia. La ferrovia che corre lungo la riva ha un non-so-che di nostalgico e si può passeggiare seguendone il percorso senza vedere anima viva. Arrivando alla fine della penisola lo scenario cambia nuovamente: la città di Quiberon brulica di persone, la spiaggia è quanto di più turistico ci possa essere, ma è piacevole passare un po’ di tempo lungo mare e tra le stradine, lasciarsi tentare dai tanti negozietti e fermarsi alla storica Creperie Pourlette per un buon bicchiere di sidro artigianale.

cosa vedere in bretagna - itinerario on the road nella bretagna del sud - penisola di quiberon

Cosa vedere in Bretagna: le atmosfere impressioniste di Pont Aven

La prossima cittadina di questo itinerario bretone è Pont Aven. In passato è stata la culla dell’impressionismo e se ne capisce subito il motivo, gironzolando tra ponti e ruscelli che sembrano usciti direttamente da un quadro di Monet: i mulini, le ninfee, il legno dei ponticelli che scricchiola sotto ai piedi, non manca nulla. Prima di ripartire fermatevi alla Biscuiterie de Pont-Aven, la biscotteria più fornita della città, per qualche dolce assaggio e per acquistare gallette e cioccolata.

Cosa vedere in Bretagna: Concarneau

Se vi piacciono le città murate, allora ho quello che fa per voi. Dedicate mezza giornata alla visita di Concarneau, in particolare alla zona della Ville Close, una piccola cittadella fortificata circondata da antichi bastioni e a cui si accede da un ponte pedonale in pietra. Qui si respira un’aria medievale, a tratti da antico borgo marinaro, passeggiando tra strette vie lastricate e sbirciando nei negozi, tra insegne blu e dolci leccornie esposte ad ogni angolo.

cosa vedere in bretagna - itinerario on the road nella bretagna del sud . concarneau

Cosa vedere in Bretagna: Douarnenez

Continuando a risalire lungo la costa spostatevi a Douarnenez, uno dei porti pescherecci più caratteristici della zona. Fate in modo di arrivare al mattino presto, così la prima immagine che vi si presenterà davanti agli occhi sarà proprio quella degli anziani pescatori con le canne in acqua. Le viuzze acciottolate, i vecchi magazzini per la lavorazione del pesce e l’odore di sardine che ancora si respira per la città. Il fascino di un luogo che sembra cristallizzato nel passato e che è fiero della sua storia. Vi consiglio di prendervi almeno un’oretta per visitare Le Port Museéè, il bellissimo porto-museo che ospita imbarcazioni a grandezza naturale, tra cui un peschereccio e una chiatta.

Cosa vedere in Bretagna: Locronan

L’ultima sosta che vi suggerisco nella Bretagna del Sud è Locronan, un antico borgo di poco più di 800 abitanti. Una sorta di museo a cielo aperto, tanto da essere inserito tra le “Petites cités de caractère” (Piccole città di interesse architettonico) e tra i “Più bei paesi di Francia”. Stradine acciottolate, case di granito blu, ortensie rosa e blu, una splendida chiesa gotica che domina la piazzetta centrale e negozi dalle insegne caratteristiche in cui non si può non entrare. Gallette dolci e salate, cioccolatini di ogni forma e gusto, biscotti, sidro e birre tradizionali bretoni, noi ne abbiamo approfittato per portare davvero a casa un pezzetto di Bretagna.

cosa vedere in bretagna - itinerario on the road nella bretagna del sud - visitare il borgo medievale di locronan

Cosa vedere in Bretagna: la baia di Morlaix

Da Locronan spostatevi nella baia di Morlaix, una delle più belle dell’intera Francia e la prima sosta che vi consiglio nella Bretagna del Nord. La baia prende il nome dalla sua cittadina più caratteristica, Morlaix appunto, famosa per il viadotto ferroviario a due piani che le passa sopra per quasi trecento metri. Considerate circa mezza giornata per la visita, per passeggiare nella città vecchia tra stradine acciottolate, chiese gotiche, botteghe artigiane e adorabili case a lanterna. Dopo le case a graticcio della Valle della Loira, ecco un altro stile architettonico che mi è piaciuto tantissimo, tipico delle abitazioni di Morlaix. La “lanterna” non è nient’altro che un cortile interno coperto dal tetto, al centro del quale si trova una scala che consente il passaggio tra i piani, tutto molto bohémien.

cosa vedere in bretagna - itinerario on the road nella bretagna del nord - baia di morlaix

Cosa fare in Bretagna: camminare a piedi nudi nell’oceano

Risalendo la costa oltre la baia di Morlaix lo spettacolo che vedrete scorrere dal finestrino dell’auto è mozzafiato. Bassa marea,  colori che colpiscono gli occhi e il cuore, noi abbiamo accostato più e più volte per scendere e passeggiare a piedi nudi sulla riva. L’acqua qui è piuttosto fredda ma non importa, la sensazione è bellissima, ci sono tratti in cui non si vede anima viva e abbiamo camminato quasi un’ora con l’acqua alle caviglie sentendoci piccoli di fronte alla meraviglia della natura.

Nella Bretagna del nord il tempo cambia molto velocemente, il cielo si tinge dei colori più vari e in poche ore una giornata limpida e serena può diventare quasi minacciosa, l’abbraccio della brezza marina si può trasformare in un temporale che invece di infastidire affascina. In casi come questi le parole non sono sufficienti, vi lascio quindi qualche foto per provare a trasmettervi un po’ di quello abbiamo provato noi.

Cosa vedere in Bretagna: la Costa di Granito Rosa

Questo on-the-road prosegue fino ad un altro tratto famosissimo della Bretagna, la Costa di Granito Rosa, che prende il nome dalle grandi formazioni rocciose in granito, dalle forme più strane, conseguenza dell’erosione operata nel tempo dalle maree e dal vento.  Insenature, scogliere, sfumature rosa, piccole stazioni balneari prese d’assalto dai turisti che si alternano a percorsi poco battutti e immersi nel verde. Esplorate questa zona senza fretta e prendetevi un paio d’ore per passeggiare nella piccola cittadina di Ploumanac’h, tra la spiaggia e le sculture di granito rosa.

Cosa vedere in Bretagna: la Costa di Smeraldo e l’atmosfera corsara di Saint-Malo

L’ultimo tratto di questo itinerario è quello della Costa di Smeraldo, chiamata così per gli splendidi riflessi verdi del mare. Qui si trova la città dei corsari per eccellenza, Saint-Malo, a cui vi consiglio di dedicare un’intera giornata. La parte più bella è sicuramente quella Intra Muros (dentro le mura), dove si respira un’aria d’altri tempi, una sorta di cittadella fortificata da bastioni circondati dal mare. La posizione un po’ defilata e l’alta cinta muraria hanno evitato in passato che Saint-Malo venisse coinvolta nelle rivalità tra Francia e Bretagna, tanto che il motto dei suoi abitanti è “né francese né bretone, sono di Saint-Malo”. Perdetevi tra le sue vie e fate una passeggiata sui bastioni, imperdibile per una vista dall’alto sulla città e sul mare, tra profumo di salsedine e gli immancabili gabbiani.

cosa vedere in bretagna - visitare saint malo

Appena fuori dalle mura rilassatevi un po’ nella lunga spiaggia dorata di Bon Secours, dove è stata ricavata una fantastica piscina di acqua marina con tanto di trampolino. Poco più in là raggiungete infine l’île du Grand Bé, un isolotto roccioso a cui si può accedere a piedi durante la bassa marea e dove si trova la tomba dello scrittore Chateaubriand.

Termina qui questo itinerario alla scoperta della Bretagna, una regione che ci ha rubato il cuore e dove speriamo di tornare prima possibile, viste le tantissime altre meraviglie che nasconde. Se vi va di proseguire ancora più a nord, di seguito vi lascio gli articoli che ho scritto sulla Normandia.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.