Italia Veneto

Street art a Caorle: mappa dei murales più belli

Scritto da Silvia

Itinerario alla scoperta della street art di Caorle. Mappa dei murales più belli di Caorle.

Il rapporto tra Caorle e la street art è piuttosto recente. Dal 23 Maggio al 5 Giugno 2022 la bellissima cittadina veneta ha infatti ospitato la prima edizione del Caorle Sea Festival, evento promosso dal Comune di Caorle e curato dal gallerista Carlo Silvestrin della CD Studio d’Arte di Padova. Street artist tra i più famosi del panorama nazionale e internazionale hanno colorato pareti di tutta la città, ispirandosi e personalizzando il tema “Mare, pesca e tradizioni”. Un risultato di cui hanno parlato tv e giornali locali e non solo e che ha fatto conoscere Caorle a chi ancora non ne aveva avuto l’occasione.

Quali sono i murales più belli di Caorle e dove si trovano

Come sapete, Caorle è una delle località balneari venete che preferisco e ci torno spessissimo. Non potevo quindi esimermi dall’andare a vedere con i miei occhi i murales che sono stati realizzati in occasione del Caorle Sea Festival, soprattutto perché tra gli street artist che vi hanno preso parte ci sono Alessio B e Tony Gallo, tra i miei preferiti in assoluto.

Ho stilato quindi un semplice itinerario che ho testato lo scorso weekend e che vi consentirà di vedere i murales più belli di Caorle.

Il percorso completo va dal PalaExpomar (vicino al luna park) al lungomare che arriva fino a Duna Verde. Nella mappa qui sopra, per semplicità, vi ho riportato solo i murales raggiungibili comodamente a piedi o in bicicletta (la maggior parte), per un’originale passeggiata alla scoperta della street art di Caorle. Di seguito trovate comunque tutti gli indirizzi e tutti i dettagli.

Itinerario tra i murales di Caorle

  • “Déferlante” de La Crémerie – via Aldo Moro 21. I tre street artist francesi della crew La Crémerie hanno avuto il compito di valorizzare una delle pareti laterali del PalaExpomar e, per me, ci sono riusciti alla grande. Deférlante in francese significa ondata e quello che hanno rappresentato è il coloratissimo centro storico di Caorle come se fosse stato travolto da un’onda. Le case diventano quindi pennellate, grandi onde colorate.
street-art-caorle-murales
  • “Wonder woman” di Alessio B (opera fuori programma) – pronto soccorso di Caorle, via Riva dei Bragozzi 138. Alessio B, lo ripeterò all’infinito, è uno dei miei street artist preferiti al mondo. L’ho scoperto tra le vie di Padova anni fa e continuo ad amare ogni sua opera che ho la fortuna di vedere in giro per l’Italia e l’Europa. L’infermiera con la mascherina che si trova sulla parete del pronto soccorso è un’opera fuori programma rispetto a quanto previsto dal Festival, un regalo che Alessio B ha voluto fare a Caorle. Un omaggio agli operatori sanitari che sono stati i veri eroi della lotta al Covid-19, un murale che da qualche anno campeggia anche sulla parete di fronte alla rampa di accesso del pronto soccorso di Padova.
street-art-caorle-murales
  • “Ti insegnerò a nuotare” di Tony Gallo – via del Rombo. Dopo Alessio B, un altro dei miei street artisti preferiti, che ha colorato Padova con decine di murales. Anche in quest’opera realizzata a Caorle la dimensione fiabesca è protagonista indiscussa. Nel suo inconfondibile stile, Tony Gallo ci porta a preparare il bagnetto per una papera di gomma, con l’innocenza di una bambina.
street-art-caorle-murales
  • “L’uomo del mare” di Alessandra Carloni – via del Rombo. Un’opera che ricorda le immagini dei libri per ragazzi, come nello stile della street artist romana, di cui ho apprezzato per la prima volta il tratto a Dolo. Protagonista di questo murale un gabbiano, sopra cui siede un ragazzo “in partenza” verso il mondo. Il gabbiano poggia le zampe su un tronco, che idealmente sta all’interno di una barchetta di legno contenente le caratteristiche case colorate di Caorle. Un riferimento alla vita dei pescatori, al mare, alle tradizioni, ma con uno sguardo, in particolare quello dei più giovani, rivolto al futuro.
street-art-caorle-murales
  • “The fisherman” di Any – via del Rombo. Vi propongo ora un murale di Any (acronimo di About New York), street artist che ho colpevolmente scoperto solo grazie al Caorle Sea Festival. Un pescatore che getta la rete in mare, quasi a voler indicare la volontà di afferrare la propria vita e il proprio destino.
street-art-caorle-murales
  • “Il bacio” di Zero Mentale (opera fuori programma) – Piazza Mercato. Un’altra opera fuori programma, un bacio tra Diabolik ed Eva Kant racchiuso all’interno di un piccolo cuore, in cui non manca il classico reticolato di Zero Mentale.
  • “La ballerina” di Any (opera fuori programma) – Piazza Mercato. A pochi metri dal precedente, una piccola opera di Any, una ballerina che si inchina al proprio pubblico, regalando un cuore rosso.
  • “L’arcobaleno” di Shife (opera fuori programma) – Piazza San Pio X. Un coloratissimo arcobaleno, dietro cui sembra nascondersi giocosamente un bambino.
  • “Il clarinettista” di Any (opera fuori programma) – Campo Sponzeta. Un’opera bella ma dal sapore nostalgico, un clarinettista non giovanissimo che suona il suo strumento seduto su una sedia.
  • “Into the sea” di Alessio B e Zero Mentale – via Roma 26, sulla parete della sede dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia. In collaborazione con Zero Mentale, Alessio B ha rappresentato una bambina con ali d’angelo che guarda al futuro, piena di sogni e di speranze, su uno sfondo dai colori del mare e impreziosita dal reticolato di sinapsi di Zero Mentale, da interpretare come la forma più concreta dei sogni della piccola protagonista. Il punto migliore per vedere quest’opera è la passeggiata lungomare che arriva al santuario della Madonna dell’Angelo.
street-art-caorle-murales
  • “Spiderman” di Zero Mentale (opera fuori programma) – via delle Cape. Un altro murale da vedere a Caorle è questo piccolo Spiderman all’interno di un cuore rosso.
street-art-caorle-murales
  • “Lyre” di Anna Conda – via San’Andrea 32, sulla facciata dell’Hotel Stoccarda. Di Anna Conda avevo sentito parlare, ma non avevo mai avuto l’occasione di vedere una sua opera. Con questo murale dai colori pazzeschi la street artist russa ci invita ad ascoltare il rumore del mare.
street-art-caorle-murales
  • “Respect our world” di Shife – viale Dante Alighieri 2, sulla parete dell’Hotel Marzia Holiday Queen. Proseguendo alla scoperta della street art di Caorle vi consiglio ora l’opera di Shife, che ci ricorda di rispettare il mare e il nostro mondo e rinforza il messaggio facendolo diventare un tatuaggio rappresentato sulla spalla della sirena che domina la parete laterale dell’hotel. Bella la scelta di mettere nella mano della sirena la lettera “C”, iniziale della città di Caorle.
  • “Metamorfosi” di Bolo – via Antonio Gramsci 3, sulla parete della palestra. Una vera e propria metamorfosi, una fusione tra uomo e pesce, quasi a voler ribadire quanto sia profondo il legame tra uomo e mare e, come tale, da preservare con cura.
street-art-caorle-murales
  • “Tributo ai grandi del basket” di Any – Campetto di Santa Margherita (opera fuori programma). L’ennesimo regalo di Any a Caorle, un giocatore di basket che schiaccia a canestro, sullo sfondo dello skyline newyorkese.
  • “Salacia” di Paolo Psiko – viale degli Aironi 12, sulla parete del supermercato Alì (indicativamente ad una decina di chilometri dal centro di Caorle, spostandosi verso Duna Verde). Psiko è un altro artista che ho scoperto a Caorle e la sua caratteristica è quella di rappresentare la realtà sfruttando tecniche come la pixel art e la glitch art, allo scopo di mettere in evidenza gli “errori di sistema” della nostra epoca. Con questo murale dedicato a Salacia, la dea dell’acqua salata per gli antichi romani, Psiko denuncia l’inquinamento dei nostri mari, legato anche ad un eccessivo consumo di plastica. Semplicemente stupendo!

Spero che questo itinerario tra la street di Caorle vi sia piaciuto e, se non li avete ancora letti, vi consiglio anche gli articoli su Padova e Dolo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per offrirti funzionalità interessanti e per misurare le prestazioni del nostro sito, al fine di migliorare la tua esperienza. Navigando sul sito accetti l'utilizzo di tutti i cookie. Maggiori informazioni sono riportate nella nostra Informativa sulla Privacy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi