Italia Sicilia

Cosa mangiare in Sicilia: i 10 piatti della tradizione siciliana da provare assolutamente

Scritto da Silvia

Cosa mangiare in Sicilia, per un viaggio all’insegna del gusto. Dai cannoli alle panelle, dagli arancini alle granite ai dolcini di pasta di mandorle, per un viaggio tra i sapori della cucina siciliana.

La tradizione gastronomica siciliana è una delle più importanti d’Italia, non serve che sia io a dirvi che in tutta la Sicilia si mangia divinamente. Una cucina ricca, varia, dai sapori mediterranei, che diventa inevitabilmente parte integrante del viaggio. Durante il nostro on-the-road in Sicilia abbiamo infatti cercato di abbinare alle visite classiche anche un vero e proprio itinerario gastronomico alla scoperta dei sapori e dei profumi della cucina siciliana. Abbiamo cercato di assaggiare un po’ di tutto per la gioia del mio palato, un po’ meno della bilancia.

In questo articolo vi propongo la mia personale top 10 dei piatti da mangiare assolutamente in Sicilia. Un viaggio tra i sapori della tradizione gastronomica siciliana, dalla costa orientale a quella occidentale, dal salato al dolce. Se scegliere solo dieci piatti della cucina siciliana è stato difficile, metterli in ordine di gradimento è stato impossibile. Quindi quella che troverete di seguito non è una classifica ma un semplice elenco delle specialità siciliane da gustare.

Cosa mangiare in Sicilia: 10 specialità della cucina siciliana

1. Cosa mangiare in Sicilia: la brioche “col tuppo”

La tipica colazione siciliana si fa con la brioscia cu’ tuppu. Sofficissima, profumatissima e farcita con gelato, granita o panna, è il modo ideale per iniziare la giornata. La mia preferita è quella ripiena di gelato al pistacchio di Bronte.

2. Cosa mangiare in Sicilia: la granita al caffè

Con o senza panna, la granita al caffè è un altro must eat della tradizione gastronomica siciliana, ideale soprattutto in spiaggia sotto il sole o come “rinforzo” a colazione.

granita_sicilia_cosa_mangiare

3. Cosa mangiare in Sicilia: l’arancino

Il re della cucina siciliana, che tutti dovremmo assaggiare almeno una volta nella vita. Vi presento l’arancino (o arancina, al femminile, come si dice nel trapanese): si tratta di un timballo di riso a forma sferica, ovale o conica, impanato e fritto, ripieno solitamente di ragù e piselli o di prosciutto cotto e mozzarella.

L’arancino è ottimo come antipasto o come spuntino in qualsiasi momento della giornata e, a dire il vero, può essere anche considerato un piatto unico, specie se se ne mangiano un paio.

sicilia_arancino_cosa mangiare in sicilia

4. Cosa mangiare in Sicilia: le busiate

Uno dei miei primi piatti siciliani preferiti. Le busiate sono una tipica pasta trapanese, piuttosto spessa e che prende il nome dal ramo di buso (il fusto dell’ampelodesmo) che viene usato per attorcigliarla. Io vi consiglio di provarle con il pesto, con il tonno o allo scoglio.

sicilia_busiate_cosa mangiare in sicilia

5. Cosa mangiare in Sicilia: il cous cous

Originario del Nord Africa, il cous cous è entrato di diritto tra le migliori specialità della cucina siciliana. Il migliore a mio avviso è quello trapanese condito con il brodo di pesce e, a riprova dalla fama che questo piatto ha raggiunto, ogni anno a San Vito lo Capo si svolge il “Cous Cous Fest”, una manifestazione internazionale durante la quale si svolge una gara gastronomica tra chef da tutto il mondo che si sfidano nella preparazione della loro versione di cous cous 

6. Cosa mangiare in Sicilia: il panino con la panelle (“u pani chi panelli”)

Un panellaro ambulante all’angolo della strada, il fruscio dell’olio che frigge e un profumo inconfondibile nell’aria: ecco il classico street food siciliano, presente anche in tutte le classifiche mondiali di cibo da strada. Sapete cosa sono le panelle? Si tratta di semplici frittelle fatte con farina di ceci, acqua e a volte prezzemolo, fragranti e servite ancora caldissime. Io ne sono diventata dipendente.

sicilia_panelle

7. Cosa mangiare in Sicilia: i dolcini di pasta di mandorla e la frutta martorana

Dopo avervi parlato della tipica colazione siciliana e dei migliori piatti salati da provare, passiamo adesso al classico dolce che chiude il pasto o che si può mangiare a merenda. La tradizione dolciaria siciliana è fantastica e ha sapori e colori intensi.

Il primo suggerimento che vi voglio dare è quello di assaggiare i famosi dolcini di pasta di mandorla. I migliori si trovano nella costa orientale della Sicilia e sono fatti con le buonissime mandorle di Avola.

Alla stessa famiglia appartiene la frutta martorana, un’altra delle cose da mangiare assolutamente in Sicilia. La tradizione racconta che le monache del monastero della Martorana di Palermo prepararono queste delizie di farina di mandorle e zucchero per abbellire il loro giardino in occasione della visita del Papa dell’epoca e che il successo fu tale che continuarono anche in seguito a preparare questi coloratissimi frutti. Noi ne abbiamo comprata una quantità industriale, giustificandoci con il fatto che ne avremo regalata ad amici e parenti. Come avrete già capito, è invece rimasta al sicuro nella dispensa di casa!

frutta_martorana

8. Cosa mangiare in Sicilia: la cassata

Pan di spagna, ricotta di pecora, pasta di mandorle e canditi, credo che non serva aggiungere altro. La cassata è indiscutibilmente un must della cucina siciliana.

9. Cosa mangiare in Sicilia: i cannoli

Quando si dice Sicilia, la prima immagine che si associa è quella dei cannoli. Quando si vedono dei cannoli, la prima cosa che ci si chiede è se saranno stati preparati secondo la ricetta della tradizione siciliana. La classica cialda fritta arrotolata e ripiena di ricotta è uno dei simboli della cucina siciliana nel mondo.

Secondo la leggenda i cannoli nascono nella zona dell’attuale Caltanissetta durante la dominazione araba in Sicilia. La ricetta originale li vuole ripieni di ricotta fresca di pecora, ma oggi se ne trovano di ogni gusto, con crema o cioccolato, decorati con pistacchi, mandorle, frutta candita, e chi più ne ha più ne metta.

sicilia_cannoli

10. Cosa mangiare in Sicilia: la genovese

L’ultima specialità della tradizione gastronimica siciliana che vi propongo è la genovese. Una bontà di pasta frolla ripiena di crema pasticcera o di ricotta, tipica di Erice, il borgo del trapanese dove si trova la pasticceria di Maria Grammatico (che sforna le migliori genovesi del mondo).

sicilia_genovese

 

Cosa bere in Sicilia

Per digerire tutte queste delizie vi lascio infine qualche consiglio su cosa bere in Sicilia.

Partiamo dalla spuma, che non conoscevo prima del nostro ultimo viaggio in Sicilia. La spuma è una storica bibita siciliana fatta con radice di rabarbaro, scorza d’arancia e caramello, dal colore ambrato e dal gusto intenso. Personalmente la trovo perfetta se abbinata ad un panino con le panelle.

Se si è a fine pasto non può invece mancare un bicchiere di latte di mandorle, di zibibbo o di marsala. Uno dei migliori liquori che abbia mia assaggiato in vita mia è proprio il marsala aromatizzato alle mandorle d’Avola che ho provato ad Erice.

Sicuramente in questa lista avrò omesso alcuni piatti caratteristici della cucina siciliana, quindi se vi va lasciatemi un commento per farmeli scoprire.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.